University of Toronto

G7 Information Centre
G20 Information Centre

Munk School of Global Affairs

L'Apporto del Vertice G8 2010

Stephen Harper, primo ministro, Canada
«The 2010 Muskoka Summit » del « G8 2009 : From La Maddalena to L’Aquila »
par La gruppa da ricerca del G8 y Newsdesk Communications, 2009.
PDF disponibile in inglese.

Il Vertice G8 2010, che sarà ospitato dal Canada, si svolgerà a Muskoka, Ontario. Questo Vertice sarà la trentaseiesima riunione (e la quinta per il Canada). Per tanti anni, il G8 si è dimostrato di essere un gruppo affermato che offre ai paesi simili l'opportunità di dare impulso per dedicarsi ai problemi importanti per milioni della popolazione mondiale e mobilitare le risorse necessarie per affrontare alcune delle sfide più urgenti per l'umanità. Il Canada valorizza il ruolo che ha assunto il G8 negli affari mondiali. Il Vertice che si terrà l'anno prossimo a Muskoka sarà una grande opportunità per avanzare il lavoro del G8: di promuovere i mercati aperti e il libero scambio in un periodo di accresciuta incertezza economica, di insistere sulle misure globali contro il riscaldamento globale e di difendere la libertà, la democrazia, i diritti umani e lo stato di diritto.

Secondo me, ci sono quattro settori dove il G8 può continuare a portare avanti il programma nel 2010: l'economia mondiale, il cambiamento climatico, lo sviluppo e la governanza democratica.

L'Economia

Il livello della cooperazione internazionale dopo la crisi economica del 2008 è stata senza precedenti. Attraverso la collaborazione del G8 e del G20, i governi hanno agito subito, e in concerto, per stabilizzare il sistema finanziario e stimolare le economie che stanno rallentando. Si sono impegnati congiuntamente per resistere le pressioni protezioniste. Anche se il settore finanziario del Canada era chiaramente solido, abbiamo portato avanti delle misure per stimolare l'economia per controbattere un rallentamento globale generalizzato. E il Canada è andato ancora più lontano, riducendo le tariffe doganali e proseguendo una programma ambiziosa di libero scambio e di accordi economici collaborativi.

Mi auguro che per l'estate 2010, quando i capi mondiali si riuniscono a Muskoka, l'economia mondiale avrà iniziato a girare l'angolo e la crescita rinnovata sarà in vista. Tuttavia, i problemi economici avranno la priorità al Vertice di Muskoka. I capi dovranno coordinare le loro azioni per sollevare alcune delle risposte politiche temporanee realizzate per affrontare la crisi. I capi dovranno anche cercare diversi modi per accellerare il recupero, particolarmente per quanto riguarda il lavoro. Il Canada farà uso della sua presidenza del G8 l'anno prossimo per acquistare slancio per mantenere un recupero sostenibile.

Il Cambiamento Climatico

Le trattative internazionali nelle Nazioni Unite sul cambiamento climatico culmineranno a Copenhagen a dicembre. Il Canada sta lavorando attivamente e in modo costruttivo per realizzare un nuovo accordo ambizioso e comprensivo che copre la maggioranza delle esalazioni globali e comprende degli impegni vincolanti dalla parte di tutte le maggiori economie. Allo stesso tempo, un accordo di successo a Copenhagen dovrà anche sostenere e rendere possibile una crescita sostenibile, compreso tramite l'espansione di forniture globali d'energia pulita che sono sicuri e abbordabili.

Per realizzare questo scopo bisogna avere la direzione del Canada e dei suoi soci G8 così come gli altri paesi che partecipano nel Forum sull'energia e il clima delle maggiori economie (MEF) diritto dagli Stati Uniti. Una nuova collaborazione tra i paesi sviluppati e in via di sviluppo sarà necessario per fare progressi nei mesi che seguono. Il Forum costituisce un nuovo processo progettato per dare uno slancio politico alle trattative delle Nazioni Unite sul cambiamento climatic e approfondire la collaborazione globale sullo sviluppo e lo schieramento commerciale delle tecnologie di energia pulita.

Lo Sviluppo

Da tanto tempo il G8 ha assunto un ruolo attivo nello sviluppo internazionale. Alcuni dei donatori più importanti del mondo ne fanno parte, i quali costituiscono approssimativamente due terzi dell'assistenza allo sviluppo ufficiale. Il G8 ha anche fornito intorno a 80 per cento dei fondi per il Global Fund to Fight AIDS, Tuberculosis and Malaria e 50 per cento di tutti i fondi per il Global Polio Eradication Initiative (compreso 98 per cento di tutti i contributi nazionali). Nel tempo determinato e in questo periodo di crisi economica, il G8 può aiutare a svincolare delle risorse per lo sviluppo per ristabilire la crescita economica che è essenziale per l'attenuazione della povertà sostenibile. Il G8 può anche continuare a mantenere l'attenzione internazionale sugli elementi sociali dello sviluppo — la salute, l'educazione e i campi critici del benessere dell'infanzia.

La Governanza Democratica

Lo scopo di portare avanti la libertà, la democrazia, i diritti umani e lo stato di diritto ù stato al centro del G8 sin dall'inizio, al Vertice di Rambouillet nel 1975. Le iniziative importanti riguardo alla democrazia sono la Dichiarazione sui Valori Democratici del 1984, la Dichiarazione Politica: Securing Democracy del 1990 et la sezione del communicato del 1997 sulla democrazia e i diritti umani.

I valori condivisi sono stati al centro del successo del G8. Questo fatto ha aiutato il G8 a diventare un ente efficace capace di agire velocemente e in un modo coordinato. Questi valori saranno un tema chiave del Vertice di Muskoka perchè noi siamo convinti che sono alla base delle società giuste e stabili. Noi pensiamo che una governanza migliorata può aiutare a rinforzare gli stati fragili e nelle situazioni di precarietà.

Conclusione

Il G8 è un istituzione che si è dimostrato di essere capace di portare avanti un programma, di attirare l'attenzione su problemi sorvolati e, forse più importante, di mobilitare le risorse per soddisfare le sfide globali.

Per tutti questi motivi, sono molto lieto di accogliere il mondo a Muskoka l'anno prossimo. Muskoka è fondamentalmente canadese — un paesaggio che ha ispirato generazioni di poeti e di pittori. Parecchie communità autoctone vivono in questa regione che ha un'abbondanza di risorse naturali, compreso delle foreste immense e più di 600 laghi, delimitata di coste rocciose. Di più, Muskoka si trova a solamente 200 chilometri al nord di Toronto, la più grande città canadese. Non è sorprendente che Muskoka è sempre stato un luogo tranquillo per i cittadini ed è ora un centro di ecoturismo. Spero che in questo ambiente sereno i capi mondiali troveranno una rinnovata ispirazione per affrontare i numerosi problemi globali urgenti.

Translation: Marilena Liguori

[back to top]


This Information System is provided by the University of Toronto Library
and the G20 Research Group and G7 Research Group
at the University of Toronto.
   
Please send comments to:
g8@utoronto.ca
g20@utoronto.ca
This page was last updated March 02, 2015 .

All contents copyright © 2017. University of Toronto unless otherwise stated. All rights reserved.

All contents copyright © 2009. University of Toronto unless otherwise stated. All rights reserved.